Gamberi che schitarrano le arance

In alto mar prendo il gambero e lo vado a degustar!!! con l’arancia si può far un piattino da real! – cit. monaco Tibetano

Vento leggero, rumori finissimi e profumi inebrianti iniziano a cadenzare le giornate. L’estate sta arrivando e con lei avanzano sulle tavole piatti leggeri, colorati e pieni di sapore. Questa ricetta a base di pesce porta a tavola il profumo di mare e aiuta a sentirci vicini alle tanto agognate ferie estive…Questo è il tipico piatto che andrebbe assaporato durante una serata sulla terrazza di casa insieme agli amici più stretti, ma se non avete una terrazza non preoccupatevi, anche il tavolo della cucina va benissimo ;P

Fatta questa breve introduzione, rimbocchiamoci le maniche e scendiamo al mercato a fare la spesa con la raccomandazione che i prodotti siano di qualità e il pesce fresco. Non è un piatto semplicissimo da fare, ma sappiamo che con l’amore si può raggiungere qualsiasi risultato!

Ingredienti per 4 persone:

400 g di Spaghetti alla Chitarra di Gragnano

1 kg di gamberi rosso di Mazzara del Vallo

1 spicchio d’aglio

1 lime

1 limone

2 arance

150 ml di Martini extra dry

erba cipollina fresca

40 ml di olio extravergine

sale e pepe

Ci siamo, tutti all’opera!

Fate rosolare l’olio e l’aglio in un padellino. Mi raccomando ad utilizzare sempre la regola d’oro, mai e poi mai tagliare l’aglio ma schiacciarlo con la mano, quando sta per rosolare levate l’anima dall’interno in modo da evitare il sapore acido e amaro…. Tipico della frase: “Oddio ho bruciato l’aglio!”. Grattugiate le scorze dagli agrumi e tenetele da parte. Occhio a non grattugiare la parte
bianca altrimenti diventa amara. Spremete tutti gli agrumi e filtrate il succo. Tenete due o tre fette di arancia da parte per la decorazione. Pulite i gamberi e privateli della testa che dovrete passare nel passa-pomodoro e filtrare. Unite nel padellino contestualmente il succo degli agrumi e quello delle teste di gambero e fate evaporare a fuoco lento metà del liquido. Aggiungete i gamberi e sfumate con il martini dry, poi salate, pepate. Cuocete gli spaghetti alla chitarra in abbondante acqua salata, scolateli e poneteli nella padella del condimento per essere mantecati insieme all’erba cipollina. Adagiate nei piatti da portata le fette di arancio, come base decorativa. Inseritevi la porzione di pasta sulla quale andrete a spargete l’erba cipollina e il pepe.

Servite a tavola ben caldi e accompagnati da un fresco bicchiere di vino bianco.